Il mio blog preferito

domenica 24 dicembre 2017

Notte di Natale 2017


Anche se vengono chiamate "le feste" per molti sono un periodo di lavoro durissimo che comporta settimane se non mesi di preparazione. La Notte di Natale in particolare è quella che richiede più lavoro di tutti.
Sono pronte le scorte? E' stato incartato sin l'ultimo regalo? E' stato deciso fino al minimo dettaglio il menù del pranzo? 
Ma soprattutto: ci siamo ricordati di lasciare il fieno per le renne e la scodella di latte con relativo piattino di dolci per Santa Klaus e tutti i suoi folletti?
Notte tranquilla, sì, notte santa, per pagani e per cristiani. Ma c'è chi deve duramente partorire in scomode circostanze, chi deve assistere la madre in travaglio nel migliore dei modi che le circostanze consentono, e non parliamo di chi quella notte compirà la prima grande fatica della sua esistenza.
C'è chi carica la slitta e chi prepara crostini, chi accoglie parenti e amici allestendo stanze di fortuna e cambiando letti, chi viaggia per raggiungere i suoi cari, chi guida treni e aerei, chi assiste e cura quelli che sono stati così storditi da infortunarsi proprio per quella notte, chi passa pomeriggio e sera della vigilia a ballare sulle punte complessi Schiaccianoci e chi monta e smonta scenografie con l'orologio alla mano, chi stacca biglietti per gli spettatori e chi passa a pulire dopo la fine dello spettacolo.
Per tutti loro e le infinite altre persone, folletti, animali da tiro ed entità varie che stasera e stanotte lavoreranno duramente per preparare la festa, è giusto riservare un pensiero speciale ed avere gratitudine: dietro a ogni festa c'è sempre molto lavoro.
Auguri a tutti loro, a noi che domani ci limiteremo a raccogliere qualche pacchetto prima di andare a festeggiare e a tutti quelli che puliranno dopo l'ultimo brindisi.

E, naturalmente, auguri anche alla Fata Confetta e al principe Schiaccianoci che ha appena riconquistato il suo regno

11 commenti:

la povna ha detto...

Che belli questi auguri Murasaki, mi ci associo e aggiungo degli auguri per te.

Kukuviza ha detto...

E' un bel pensiero!
Tanti auguri!

Pellegrina ha detto...

Di questi tempi frequento un sacco gli studi medici, come sai e ho fatto a loro un augurio simile.
Ma è giusto ricordarsi anche dei folletti.
Buoni pacchetti e buon appetito!

acquaforte ha detto...

Auguri a tutti quelli che rendono serene queste giornate di fine anno, compresi i gatti. Auguri anche a te Murasaki.

dolcezzedimamma ha detto...

Bellissimo augurio, Murasaki, e ogni bene anche per te, tanto spesso folletto dispensatrice di doni per noi che passiamo di qua.

Fatevi i Gatti Vostri ha detto...

Auguroni da Esserino & Balena, Dante, Holly, Dani, Bobby, Dino, Costanza, Zanzara, Tafano, Valentina. Grazie per la tua amicizia che dura da tanti tanti anni, oggi facciamo un brindisi vero anche per Te e ti diamo una notizia in esclusiva visto che ne avevi parlato in un commento. Sono in arrivo per la serata anche Samatta, Daria e Marina che hanno deciso di farci questo regalone.
Bacioni da tutti noi

melchisedec mel ha detto...

I tuoi auguri costituiscono le argomentazioni che adduco a me stesso quando mi afferra lo scontento natalizio.

Pellegrina ha detto...

Mi sono vista il video e ne ho ricavato una strana impressione. La danzatrice è brava ma nella parte centrale sembra fuori sincrono. La musica l'avevo completamente rimossa, ma evoca così tanto uno "sgocciolio", come di zucchero che fonde e fa le bollicine che mi sembra in totale contrasto con la coreografia. Mi piacerebbe vedere una versione in cui scompare tutto il bric-à-brac di cartone per una scena molto spoglia e calda, con una danza forse un po' eretica che "incorpori" di più l'idea dello zucchero come una materia che fila e si tende e scotta e ribolle e si colora...
insomma un balletto più inquietante nelle sue fantasie, ma senza splatter o mostriciattoli che odio, bensì più immaginazione, e meno pompier.
Di sicuro qualcuno l'ha già fatto.

Murasaki ha detto...

Grazie a tutti per gli auguri, che naturalmente ho contraccambiato in cuor mio!

@Pellegrina:
C'era in effetti qualcuno che si lamentava della mancanza di sincronuia con la musica, nei commenti, e qualcuno che diceva che non era vero. A dirla tutta, la prima volta ho avuto anch'io questa impressione e la seconda volta no, ma non escludo che ci siano DUE video della stessa danzatrice e che sia intervenuto qualche problema. Ristudierò meglio la questione quando potrò di nuovo navigare col computer nuovo.
Per quanto riguarda la scenografia, su You Tube trovi assolutamente di tutto, e la stringa è "Sugar Plum Fairy". Io ho cercato una cosa molto, molto zuccherosa perché quest'anno mi è presa la fissa del Natale diabetico... e perché la Fata Confetta balla in un paesaggio di zucchero con un laghetto di succo d'arancia e non so che altro, insomma lo zucchero è filologico ^_^

Murasaki ha detto...

@Pellegrina:
Riguardato al tablet e no, secondo me non è fuori sintonia e il video è quello giusto. Anzi, direi che è perfetta (nella sua confetteria) 🍬🍬🍬🍭🍬🍭

Pellegrina ha detto...

Sisi lo zucchero in questo caso è assolutamente filologico (poi "fila") ma pensavo al calderone del Macbeth di Nekrosius, però con lo zucchero caramellato ambrato dentro, o intorno che fila come una gigantesca bolla di sapone oblunga... o grandi canne da zucchero e melassa... molto caramelloso!!!