Il mio blog preferito

venerdì 19 giugno 2009

Alcune pacate considerazioni sulla prova Invalsi


Premesso che all'Invalsi sono tutti dei grandissimi cornuti e che, quand'anche per qualche deplorevolissimo caso non lo fossero, sono disposta ad andare a riempire di schiaffi le loro mogli e i loro mariti, perché restare fedeli a chi è intrinsecamente un grandissimo cornuto è atto gravemente contro natura e grande spregio alle leggi di Dio e dell'uomo


dicevo, premesso questo


sarebbe ora di togliere dalle patrie galere un po' di extracomunitari senza permesso di soggiorno e qualche rispettabile spacciatore per lasciar posto a quelli dell'Invalsi* (che in tal modo potrebbero vieppiù adempiere alla loro vera mission di vita, che è quella di essere dei grandissimi cornuti); capi di imputazione non ne mancano: Atti Osceni in Luogo Pubblico, Manifesta e Reiterata Rottura di Palle alla Collettività Maschile, Pallificazione Completa e ad Oltranza della Collettività Femminile, Sevizie a Minorenni, Sevizie a Maggiorenni, Disprezzo Assoluto della Costituzione Italiana, della Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo e della Convenzione di Ginevra, Eccesso di Narcisismo (forse per compensare il fatto di essere, tutti loro, dei grandissimi cornuti) e Istigazione al Turpiloquio.


Non mi riferisco ai contenuti. I contenuti sembravano in effetti piuttosto balordi (per esempio le domande di grammatica mi sono sembrate decisamente faciline rispetto alle altre due parti e i brani da analizzare erano parecchio lunghi), ma posso pur sempre sperare che dietro a cotanta follia ci sia un qualche tipo di metodo, pur essendo convinta che l'intero attuale consiglio dei ministri (a parte, forse, la Meloni) ci si sarebbe arenato pietosamente e che per le medie alcune domande erano parecchio difficili.


Quello che mi sembra al di là del bene e del male sono le tecniche di valutazione astruse, bizantine e deliranti. E' un procedimento di calcolo che ha piu' fasi di un'iniziazione e più tappe del Giro d'Italia.

Non le ho dovute correggere io, vivaddio, ma ho visto i miei colleghi sputarci sangue e rifare i conti tre volte. Alla terza volta mi hanno dettato i risultati, ma più per stanchezza che perché convinti di aver ottenuto i punteggi giusti.


Che accidenti di prova oggettiva è, se si possono scegliere due diversi metodi di calcolo per il punteggio?

Se gli va di fare una procedura tanto complicata, perché non ci mandano del personale specializzato o non se le valutano al Ministero?


E soprattutto: perché non vanno tutti quanti, senza esclusione alcuna, a farsi impalare con qualche abete norvegese, invece di tormentare brava gente che non gli ha fatto nulla di male (per adesso)?


*no, non agli spacciatori dell'Invalsi (anche se un po' di detenzione non gli farebbe male, visto che spacciano evidentemente roba di pessima qualità). Intendevo ai DIPENDENTI dell'Invalsi.


(Per chi volesse leggere una descrizione più accurata della prova Invalsi, può servirsi qui e qui, mentre un'analisi sul sistema di valutazione di detta prova si trova qui)


6 commenti:

Agati ha detto...

scusa: ho capito male o... ce l'hai un po' con quegli scaldaportachiappe dell'invalsi?

La prof ha detto...

Mi piacciono le persone così pacate...

Aggiungerei che: 1) i due metodi di calcolo del punteggio danno risultati diversi a seconda di quello che vuoi far prevalere; 2) una semplice analisi delle domande e delle risposte ci aveva portato a dei livelli di voto moooolto più veritieri di quelli dell'Invalsi.

Comunque, si può sempre parlare con qualcuno del ministero...

lanoisette ha detto...

io gli manderei Piccolina a calcolare i risultati...

Murasaki ha detto...

@ Agati
Ebbene sì! Come hai fatto a intuirlo?

@LaProf
E' proprio il fatto che i due metodi dessero risultati diversi (beh, d'altronde che senso avrebbe avuto usare due metodi che davano entrambi lo stesso risultato? ^__^) a rendere vieppiù la prova Oggettiva.
Tanto valeva fargli fare un altro tema, a questo punto.

@LaNoisette
Più che Piccolina, io avrei preso volentieri il foglio di excel fatto dal di lei marito. Ma nessuno ci ha avvisati che dovevamo mobilitare noi stessi o qualche consorte: semplicemente, come tanti ghiozzi, abbiamo aperto "il pacco" la mattina stessa.
Matematica ha detto che l'anno prossimo ci dobbiamo premunire e fare un gruppo di lavoro che si metta sotto qualche giorno prima sulle griglie di correzione.
Però se ci mandassero un sistema di correzione decente sarebbe più pratico. secondo me...

MELCHISEDEC ha detto...

Ho conosciuto la stupidaggine dell'Invalsi; diciamo che offendono l'intelligenza umana.

La prof ha detto...

Murasaki, le griglie di correzione le mandano tassativamente DOPO che abbiamo dato le prove :-)
Noi abbiamo sottratto di nascosto un fascicolo di italiano (di nascosto dal Presidente Negriero che ci avrebbe ucciso) e mentre i virgulti facevano la prima prova abbiamo trovato le risposte (ebbem sì, ci siamo riuscite) e abbiamo calcolato i "nostri" livelli (magari te li mando :-)
Dopodiché, una collega, a correzione avvenuta, è arrivata a dirci che nella sua classe matematica era stata un'ecatombe (avendo ammesso cani e porci, era prevedibile), perciò, per favore, che usassimo tutte i livelli Invalsiani, così salvavo il culo (ops) ai suoi alunni.
Og-get-ti-vi-tà.

(la cosa balorda è che quei nostri voti sull'Invalsi non li vede nessuno; noi abbiamo mandato i pallini, e l'Invalsi se li calcolerà come vuole, i pallini. Potrebbe anche risultare che abbiamo tutti geni, in classe. Il che ovviamente sarebbe tutto merito della riforma Gelminsss)