Il mio blog preferito

lunedì 11 gennaio 2016

We can beat them, forever and ever


Tra tanti modi possibili, Bowie entrò nella mia vita come alieno e come attore. Era il 1976, credo inizio d'estate, e i miei mi portarono a vedere L'uomo che cadde sulla terra, film di fantascienza che narra la tristissima storia di un alieno che arriva sulla Terra per costruire un astronave che porti lì in salvo i pochi abitanti del suo pianeta sopravvissuti a orrende catastrofi - e tra questi pochi ci sono sua moglie e i loro due figli*. Gli andrà malissimo, e invecchierà solo e disperato sulla Terra, ma senza odiare nessuno.
Il film non era affatto il mio genere, oh no tessoro, ma mi rimase assai impresso - e Bowie, naturalmente, era un alieno perfetto.
Qualche giorno dopo scoprii da un trafiletto del giornale che Bowie, che era anche un musicista rock, aveva aperto una causa col regista che aveva rifiutato la colonna sonora che gli aveva scritto. Io comunque come musicista non lo conoscevo, e sospetto che alla radio non lo passassero molto.
Un anno dopo lo rividi alla trasmissione Odeon, dove presentavano da Berlino il suo nuovo disco, Heroes, e la canzone omonima. Non ricordavo il suo nome, ma lo riconobbi subito, la canzone mi affascinò (ci avevano messo anche i sottotitoli, mi sembra) e qualche giorno dopo entrai in negozio e mi comprai l'intero LP; nonostante Heroes fosse una canzone molto orecchiabile il resto del disco era decisamente ostico per le mie giovani orecchie, ma lo ascoltai con grande pazienza e devozione fino a digerirlo.
Nel frattempo alla radio diventò una presenza abituale, vecchie e nuove canzoni. Così Bowie diventò parte integrante del mio panorama e alla fine degli anni 80 andai perfino a vederlo e sentirlo dal vivo, alla sua prima apparizione in Italia - serata davvero memorabile, con uno stadio di Firenze pieno zeppo e un concerto tutt'altro che leggero.
In quegli anni era assolutamente d'obbligo trovarlo bellissimo, ed era un imperativo cui mi sottomisi senza alcuno sforzo; ma oltre che bello e molto bravo l'ho sempre trovato estremamente importante, una delle presenze di massimo rilievo della mia epoca.

Stamani ho scoperto che era morto, a 69 anni appena compiuti - una coltellata che mi ha lasciato fuori fase per tutto il giorno.
Ma non fa differenza: morto o vivo, il Duca Bianco resta comunque importante, non soltanto perché era un ottimo attore e un musicista di gran calibro, ma perché era ed è comunque lui. 


Ed era, fra le molte altre cose, un cantante strepitoso, da solo o in compagnia.

*perché dovrebbero costruire l'astronave sulla terra e non a casa loro, dove hanno un eccellente tecnologia? Perché hanno la tecnologia, ma hanno finito il carburante.

27 commenti:

ellegio ha detto...

Cavolo, era bellissimo. Di quel bellissimo che però è solo accessorio quando sei così denso.

Eva ha detto...

@ellegio
accidenti che definizione...bellissima!!
@murasaki:
grazie, non potevi trovare parole migliori!

Eva ha detto...

@ellegio:
ho scritto troppo in fretta...mi piace il termine "denso" perché lui era esattamente così....accidenti che perdita.....per TUTTI! Ciao

Eva ha detto...

...e visto che il video da te pubblicato è STUPENDO te ne rimando un altro altrettanto bello, tanto da far piangere me perlomeno....lo vidi in tv in diretta da Wenbley.....long long time ago.....
https://www.youtube.com/watch?v=ildVYgYWPqc

Bacio grande

Eva ha detto...

*weMbley

la povna ha detto...

Che bella definizione, importante: condivido. Per me sono state tante colonne sonore della vita, a partire dai 14 anni con Labyrinth, e poi in avanti coi nuovi e a ritroso a recuperare il pregresso. Gurgle.

vanessa ha detto...

Anche per me il primo incontro era stato Labyrinth!!
Poi mi è spiaciuto riscoprirlo tardi.

Trovo che denso descriva benissimo.
Ciao
V

Linda ha detto...

Nel '77, Federico mi regalò "The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars" accompagnato da un fogliaccio a righe (con una dedica divertentissima) che ancora conservo. L'ascolto del disco mi fulminò, ed io mi innamorai di David Bowie perdutamente, tanto che imparai "Five Years" e "Starman" con la chitarra strimpellandole per anni e anni.
Anche per me la sua morte è stato un colpo al cuore, non solo perché David non c'è più, ma perché tutti i miti della nostra generazione stanno ormai scomparendo, lasciando molti di noi ancora più soli e desolati, quasi che un'era si stia davvero ed ineluttabilmente chiudendo.

Murasaki ha detto...

@LGO:
L'hai detto proprio bene, davvero!

@Eva:
Sai, avrei voluto mettere il video da Wembley ma... non sono riuscita ad ascoltarlo, perché la connessione è ancora desolatamente LENTA. Non so dirti che pasticcio è stato anche postare quello che ho messo.

@Eva, Povna e Vanessa:
pensate che invece Labyrinth mi era completamente sfuggito, e ne appresi l'esistenza solo quando me lo consigliarono per il cineforum sui mostri. Piacque moltissimo, tra l'altro (anche a me!) ^__^

@Linda:
Anch'io ho avuto l'impressione di un epoca - la MIA epoca - che si chiudeva inesorabilmente. D'altra parte certe cose non muoiono, e credo che la sue eredità darà frutti ancora a lungo. Resta il fatto che lui non c'è più, e si è portato via tante cose.

Eva ha detto...

@murasaki:
connessione lenta eh?Ma è TIM o SIP??
Ho "mollato" tim per tiscali per via delle bollette alte e la connessione penosa....non SCHERZO anzi ti capisco benissimo ;-(
Comunque sia il video che hai postato è stupendo e quello di wembley sei sempre in tempo a vederlo :-)
Labyrinth è stata la mia "dolce ossessione" per anni: la colonna sonora scritta da Bowie, gli orecchini e la collana di lei, disegnare goblin e fate ovunque, collezionare più foto ed immagini possibili del film, scovare il libro da cui è tratta la pellicola e qualsiasi volume riguardante le illustrazioni per scenografie e costumi creati da Brian Froud(amico e collega del "nostro" Alan Lee!!!). E' un film "magico" che incanta e la storia ricorda un pochino quella di Alice nel paese delle meraviglie....poco poco ma quel tanto che basta per rendere il film un vero e proprio Cult!
E' la fine di un'epoca e di "tante altre cose" anche con Bowie...come quando perdemmo John Lennon l'8 dicembre dell'80.....o Freddie Mercury nel '91....queste 3 perdite sono tragiche allo stesso modo, ingiuste per mille motivi ed incolmabili. Abbiamo perso 3 Cuori e delle Grandi Menti Creative.
Ciao

Eva ha detto...

Per citare una mia amica :
"'sto 2016 mi ha già rotto le scatole, prima david bowie e ora alan rickman????"
...mamma mia mi mancano le parole.....

Aliceland ha detto...

Vedo solo oggi il tuo post (tanto per dire che settimanella ho avuto), anyways, mi sono innamorata di David Bowie verso i 15 anni...disco preferito Ziggy Stardust, conservo ancora gelosamente il vinile anche se non ho più un supporto per ascoltarlo.
Strimpellavo alla chitarra le sue canzoni, quelle più facili perché non sono una musicista molto dotata ;-)
Visto in concerto 4 volte, compreso il Sound and Vision e il Glass Spider Tour
Non tutte le sue sperimentazioni mi piacciono, credo di averlo perso con l'album black ties white noise, ma rimaneva sempre un mio idolo...se non lo capivo era colpa mia, non sua, che era sempre avanti!!!!
Insomma, riassumendo, mi accodo a tutto il mondo nella costernazione per la perdita, e vorrà pur dir qualcosa se siamo così tanti!

Murasaki ha detto...

@Eva:
SIP senz'altro, anzi, cosa c'era prima? Mi pare si chiamasse TETI.
Oggi però sono riuscita a guardare il video che mi hai linkato (bellissimo, ma senza Bowie, quindi non sarebbe andato bene. E potrei fare una sviolinata lunghissima sulla splendida e limpida e duttile ed estesa voce della buonanima Freddie, che a distanza di tanti anni per me resta una ferita aperta). E poi mi sono ascoltata e guardata un tot di video di Bowie, che ancora non c'ero riuscita.
Anche oer Rickman mi è dispiaciuto, e sono state due morti simili: stessa età, stessa malattia, enmtrambi avevano lavorato fino all'ultimo - che è un bel modo per andarsene - ed entrambi erano due gentiluomini, come tutti hanno ricordato (Ian McKellen gli ha fatto una bellissima commemorazione)

@Aliceland:
Sì, anch'io quando non lo capivo pensavo che era colpa mia. E dopo averti letto ho deciso che mi compro Black Star, perché la musica non è solo Rossini e Mpzart ^__^

Eva ha detto...

Sorry murasaki ma io ti ho linkato il video di Bowie ed Annie Lennox a Wembley...che strano....deve essere accaduto un disguido quando ho copiato il link...questo:
https://www.youtube.com/watch?v=ildVYgYWPqc
Pure io mi son guardata una bella sfilza di video...ma piangevo e non vedevo nulla...percui ho optato per musica sola!
Quanto a SIP/TETI pensa te che nome antico...TETI...per essere una divinità delle acque non c'è che dire...che ci lascia sempre con l'acqua alla gola questo è certo ;-D
Una domanda SUPER off-topic:
ma tu ed @acquaforte riuscite più a collegarvi al nostro "blog d'origine"?Sono 10 giorni che non mi fa accedere più....che lo abbiano cancellato?
Ciao

acquaforte ha detto...

Chiedo scusa alla padrona di casa se rispondo alla cara @EVA. Secondo me, l'hanno chiuso. Ex abrupto e quasi insalutato ospite. Avrei preferito un " rituale più dolce ", ma così è la vita. È sempre bello leggerti cara Murasaki.

Eva ha detto...

Mamma mia.....che tristezza...certo potevano almeno avvertire....Mi spiace per tutti gli altri ma consola solo il fatto che potrò ancora leggervi qui, perlomeno te, la padrona di casa Murasaki e BETH....
Ai prossimi post....ma...SIIIIGH

Murasaki ha detto...

@Acquaforte:
Qua non abbiamo niente contro i commenti OT, ovvero off topic, e tu comunque puoi scrivere quel che ti pare d'ufficio.
@Eva;
da qualche giorno accedevo tranquillamente ma non mi faceva più pubblicare commenti. Oggi mi dice che la pagina non si trova. Non so se è in riparazione, se l'hanno chiuso perché sì o perché non hanno apprezzato i commenti sul satanismo o che altro. In tutti i casi dispiace molto anche a me :(

Eva ha detto...

OFF-TOPIC del quale mi scuso comunque ed in anticipo:
@Murasaki:
no macchè satanismo, se lo hanno chiuso è perché dovevano...magari aveva una scadenza ed in un modo o nell'altro doveva essere mantenuta, aldilà del nostro scontento. Se invece il blog è in riparazione per l'ennesima volta allora dovremo aspettare almeno 20 giorni...io comunque ho domandato agli admin cosa è successo, con un messaggino sul sito principale."Vedremo"
Ciao e grazie, ovviamente attendiamo ogni tuo nuovo post con gioia ed interesse!
Ciao

acquaforte ha detto...

Ho il sospetto, carissima, che il tuo blog diventerà una sorta di ufficio postale per gli orfani de Lo Hobbit.it. Comincio io, con una notizia a latere.
"SHERLOCK, l'abominevole sposa" Episodio speciale inedito con contenuti esclusivi solo per il cinema. B. Cumberbatch e M. Freeman. Anche in versione originale, per i più bravi (non per me, ovviamente). Ho pensato a @EVA, @BETH, @Silchekan, etc.
Lo daranno solo il 10 febbraio (a grande richiesta, perché lo avevano già programmato la settimana scorsa, e io lo avevo perso). Per sapere in quali sale, chiedere a nexodigital.it.
(Mi avevi detto che potevo scrivere qualunque cosa....è un invito alquanto pericoloso ^___^)

Eva ha detto...

VIIIISTO VISTO VISTO VISSSSTOOOOO!! 2 volte : la prima in inglese sub-ita; STUPENDO TUTTO, stupende le INTERPRETAZIONI!!! La seconda doppiato...purtroppo la cosa fa pure un po' ridere dal momento che ho scaricato il video in qualità bluray ma l'audio(non lo sapevo...)è ripreso dal cinema con risatine nei momenti divertenti, colpi di tosse a metà proiezione....MA la visione è comunque soddisfacente ed il doppiaggio pure!
CONSIGLIATISSIMO.
Cara @acquaforte qui bisogna correre ai ripari e senza ingolfare il blog di murasaki, non potremmo farne uno noi?..così..."come viene viene"....Per quel che mi riguarda inizio a pensarci, non sarà facile "seguirlo" ma inizio a pensarci...Ciao ;-)

acquaforte ha detto...

Brava @EVA, comincia a pensarci, perché in quanto a ingolfamenti, anch'io tremo. Dama Murasaki dovrebbe darci una mano, perché, se ben ricordo, LEI aveva espresso l'idea che potevamo fare un blog tutto nostro.
Quello che mi dispiace di più, a conseguenza della chiusura del blog Lo Hobbit.it, è la perdita della memoria di tutte quelle discussioni. Io ho imparato moltissimo da queste, ho guardato i film con altri occhi, ho riletto i libri con altra consapevolezza. Perché lì si parlava non solo di Tolkien.
Avrei voluto che almeno rimanesse l'archivio di tutto ciò. Dicono che in rete niente va perduto, rimane tutto nell'etere. Ma io non so dove cercare...

Eva ha detto...

Hai perfettamente ragione, anche a me dispiace questa perdita di "memoria"....ho scritto un messaggio ai ragazzi del sito principale, nella pagina dedicata a LBD5A ma ancora non mi hanno risposto...prova pure tu....basta che vai su badtaste punto it e sei già nella sezione principale dedicata al cinema....Ciao ed alle prossime nuove

acquaforte ha detto...

Stiamo ingolfando. E meno male che Murasaki posta spesso qualcosa di Tolkien....

Murasaki ha detto...

Allora, nell'ordine: SAPEVO dell'abominevole sposa, e me lo sono andato a vedere e tornerò a Febbraio, se appena possibile.
Mi era anche venuto in mente di avvisare Acquaforte, ma mi sono accorta che non avevo la sua mail e non sapevo come avvisarla (non ho pensato di usare i commenti del blog, chiedo scusa, ma non sono troppo affidabili perché magari uno sta quattro giorni senza controllarli, giusto?).
Qui siete tutte (o tutti) all'occorrenza assai graditi, ma questo rimane un blog che parla soprattutto di scuola, anche se magari questo mese non sembrerebbe e quindi non avreste lo spazio che meritate.
Blog a parte, che si apre con grande facilità, potremmo anche aprire una pagina o un gruppo, anche chiuso, su Facebook - che per avvisi come quelli del film resta davvero molto comodo. Facebook non è il Male, è un posto dove ti puoi scavare una nicchia tranquilla e vivere felice senza che nessuno ti rompa le scatole.
Tornando alla Sposa, rivedere Freeman sullo schermo è stata per me una gioia senza pari, vedere Cumberbath che fa Sherlock è stata una bella scoperta, e vederli entrambi in pieno spolvero vittoriano mi è piaciuto oltre ogni dire - in effetti ero andata soprattutto per quello, perché per quanto tutti mi abbiano sempre spiegato che la serie moderna è meravigliosa, l'ambientazione vittoriana mi piace sempre e comunque, o quasi.
Infine, per quel che riguarda Silkechan, non so se è nemmeno mai passata di qua, al massimo per un saluto, e credo che verrebbe più volentieri in un posto dove si straparla meno di collegi docenti, professori impiccioni & altro - vogliol dire, magari non è proprio il suo genere, mi sembra più interessata ad altre cose. E confesso che non mi dispiacerebbe nemmeno avere tra noi il Grigio pellegrino o come accidenti si chiamava.
Per quel che mi riguarda (= dal mio computer) il blog dell'Hobbit esiste ancora, nel senso che mi ci collego senza problemi e lo dà per esistente, peccato che non riesca a entrarci, e dunque potrebbe essere un problema loro. Resta da vedere, visto che quest'estate ci hanno messo due mesi per ripararlo, se a questo punto si scomoderanno...

Murasaki ha detto...

Ripeto: l'ingolfamento e l'OT non sono un problema, ma comunicare tra noi tramite commenti non è una soluzione delle più comode, temo.

acquaforte ha detto...

Giusto.
(Sul mio tablet appare la schermata del blog, ma se chiedo di collegarmi, dice che non esiste nel server. Per questo ho pensato alla chiusura).

Eva ha detto...

Murasaki & acquaforte:
mi succede la stessa cosa che accade a voi, riguardo ad hobbitfilm, probabilmente il blog è davvero in "riparazione". SE qualcuno apre una pagina facebook io mi iscrivo al suddetto social e credo perlomeno di poter contattare raffaelelecce che scrive spesso su badtaste...soprattutto se si parla di star wars eheehehehh....altrimenti l'idea del mini-blog resta carina!Ci devo pensare. Ciao e buon lavoro
Oggi è il mio ultimo off-topic totale, ritorno a commentare i tuoi articoli Mrasaki e scusami ;-)