Il mio blog preferito

lunedì 23 novembre 2015

Lunedì Film - Ladyhawke (Film per le medie)


Uscito nel 1985 per la regia di Richard Donner, Ladyhawke gode tuttora di ottima reputazione e conserva intatto il suo fascino anche agli occhi dei giovanissimi ("Ma non sembra un film vecchio" ha commentato un alunno quando ha saputo la data di produzione). 
I ragazzi che lo guardano oggi godono anzi di un vantaggio rispetto agli spettatori che l'hanno visto in sala a suo tempo: non conoscono la storia.
La quale storia racconta di due amanti sventurati, costretti da una maledizione a vivere in sembianze semiumane: lui è un lupo di notte, lei un falco di giorno. Di giorno lui è un cavaliere che gira col suo falco al braccio (bellissimo falco, tra l'altro)



e di notte è un lupo che veglia sul riposo della sua dama, ma i due non possono mai stare insieme in forma umana e solo per un brevissimo istante riescono a intravedersi, all'alba e al tramonto, senza nemmeno potersi sfiorare. All'epoca ricordo benissimo che non c'era recensione che non segnalasse questo snodo essenziale della trama nelle prime cinque righe, ma nel film la cosa si scopre lentamente, un pezzetto per volta, e solo oltre la metà la vicenda viene narrata completamente. Di tendenza non sono contraria agli  spoiler, ma mi sono accorta che guardare il film senza sapere già in partenza cos'hanno di particolare quel falco e quel lupo permette di apprezzare meglio l'insieme.

Siamo in Francia, una Francia girata completamente in Italia (in zona L'Aquila, tanto per restare in tema ornitologico, e non è un caso che la città dove si svolgono sia la scena iniziale che quella finale si chiami Aguillon), tra luoghi e personaggi inventati, in un qualche punto del XIII secolo; più che un fantasy o una fiaba, Ladyhawke è la trasposizione cinematografica di un romanzo cavalleresco che solo per un curioso disguido della sorte non è mai stato scritto e che Chretien de Troyes non avrebbe disdegnato - anche se non so quanto la bella colonna sonora, scritta da Andrew Powell in perfetto Alan Parson style ed eseguita con i sintetizzatori, lo avrebbe davvero convinto (e tuttavia, anche se non è molto filologica, ci accompagna molto bene al film).
Per il resto i costumi, gli usi e le circostanze sono storicamente assai fedeli, anche se la vicenda non è tra le più realistiche. Nessuno però, quando scriveva letteratura cavalleresca, si interessava minimamente di essere realistico e dunque va bene così.

La vicenda è filtrata attraverso il protagonista apparente, un giovanissimo ladro assai abile nelle fughe che incontriamo appunto durante una prodigiosa fuga attraverso le fogne con cui riesce a scampare un esecuzione capitale, e mentre fugge incrocia un cavaliere solitario, che gira seguito sempre dal suo fedele falco. 




Un pezzo per volta riuscirà a ricostruire la vicenda, a salvare il falco quando viene ferito e a trovare il modo per sciogliere la maledizione. Il cavaliere saprà poi come far vendetta del torto che gli è stato fatto e proteggere la sua signora.



Il film è avventuroso, ricco di azione e finisce bene. Il protagonista apparente è  simpatico e costituisce un buon contrappunto ai due protagonisti effettivi, molto belli e solenni e di nobile animo e dalle assai drammatiche vicende. Navarre è un cavaliere indimenticabile, Isabeau è una perfetta e bellissima dama di nobilissimo animo e di indomito coraggio, falco e lupo recitano benissimo, i paesaggi italiani pure, il Cattivo ha una sua perfida grandezza e le numerose guardie che esistono solo per essere malmenate dai protagonisti svolgono egregiamente la loro funzione. La scena degli amanti che si ritrovano è commovente ma non troppo lunga per una giovane scolaresca. Non c'è l'ombra di una scena inadeguata al contesto scolastico e le frequenti trasformazioni dei due amanti non ne alterano mai la perfetta dignità (anche questo un tratto molto tipico della letteratura cavalleresca). 
Perfetto sia per una prima verso la fine dell'anno che per una seconda agli inizi, e anche l'insegnante lo rivede sempre volentieri.
Durata: leggermente inferiore alle due ore.

20 commenti:

Sor Pampurio ha detto...

Ah! Filmone!
Lo rivedo sempre con piacere!
Uno dei miei primi fantasy,quando ancora il genere era veramente "fantasy"!!!

Bridigala ha detto...

Uno dei miei film favoriti... Quello che un signore di una certa età che conosco definisce "medioevo con un poca de magia". Bello, e in effetti alla loro età lo adoravo, ancora oggi se lo incrocio in tv mi fermo.

Eva ha detto...

Bellissimo film!Che ricordi!!
Peccato perché ci "starebbero" bene pure Excalibur di John Boorman e "I Paladini-storia d'armi e d'amori" di Giacomo Battiato ma ci sono delle scene di sesso, delicate e pulite ma tuttavia ancora non adatte ai ragazzini...anche se, visti i porcai che trasmettono le TV.....
Comunque ottima scelta per Lady Hawke, bellissime scenografie, interessanti i costumi e magnifica la storia.
Brava!!

acquaforte ha detto...

Ricordo con piacere il film e per ritrovare l'atmosfera fiabesca ho cercato e trovato su Google un filmato di 13 minuti che ripercorre con sole immagini e musiche tutto il film. Bellissimo il film, bellissimi falco e lupo, bellissimi Navarre e Isabeau. Devo procurarmi il dvd.

melchisedec mel ha detto...

L'ho visto qualche anno fa. Leggero, gradevole, saggio.

Aliceland ha detto...

Comunque la cosa più difficile è trovare film senza scene di sesso, perché se se le vedono a casa loro, va bene, ma in classe con la prof è piuttosto imbarazzante 😳

Eva ha detto...

Beh è comprensibile e verissimo che se ne trovano pochi "senza".
Capiamoci subito, non lo dico assolutamente per fare la(tra l'altro falsa) "moralista", anche perché il sesso non mi disturba, fa parte della nostra vita... ma a volte, la "classica scena hot", in certi film non comunica nulla di più e non è per niente "classica" anzi, se ne farebbe pure a meno. Quanti film ho visto in vita mia ed in quanti certe scene non erano "funzionali" al racconto anzi, si capiva benissimo che erano "spot" per la starlette di turno e "grattini" per i pruriginosi....Ma tant'è...
Buona "cerca"!
Per me sono il top:il bellissimo Hivanhoe, ma il film del 1952 diretto da Richard Thorpe, i meravigliosi "Giulietta e Romeo" e "Amleto" di Franco Zeffirelli ed il fantastico B/N de "La corona di ferro" di Alessandro Blasetti...ammetto che i pargoli potrebbero ribellarsi col B/N.....ma ne varrebbe la pena....
Ovviamente lo scrivo "pour parler" e perché mi diverte.Lungi da me Ciao

Eva ha detto...

..."lungi da me suggerire e consigliare"...volevo scrivere così ma è partito il commento dimezzato, come il Visconte eheheheh

Murasaki ha detto...

@Sor Pampurio:
Fantasy nel senso più classico di "narrativa fantastica", sì ^__^

@Bridigala:
"Medioevo con un poca de magia" è una definizione assolutamente perfetta per questo film :)

@Eva 1:
Ammetto che Excalibur è un film da cui mi sono sempre tenuta ben lontana. Dalle descrizioni mi è sempre parso molto andante, e probabilmente il mio pregiudizio maggiore è legato alla durata: puoi fare un film su UN SINGOLO EPISODIO della Tavola Rotonda, ma se pretendi di fare tutto il ciclo da Uther Pendragon fino al viaggio di Artù ad Avalon può solo venire una grande insalata senza costrutto dove niente è approfondito. Tendo a far vedere film dove c'è UNA storia su cui concentrarsi, narrata con chiarezza e in modo coinvolgente, anche perché sono quelli che preferisco io. I paladini di Battiato l'avevo dimenticato, ma dalle recensioni mi ha sempre dato l'impressione di un film "per adulti", di quelli dove mi annoio. Però non l'ho mai visto.

@Acquaforte:
Bellissimi tutti, assolutamente. Credo che anch'io prenderò il DVD, se lo trovo ^__^

@Mel:
Hai detto bene, è un film saggio. Molto pulito, anche, lascia un bel retrogusto. Mi piace metterli a guardare una bella storia. Penso che gli faccia bene, soprattutto in prima media.

@Aliceland e Eva 2:
In realtà non ho niente contro le scene di sesso se "ci stanno bene" o servono alla storia - in quel caso ce le guardiamo e amen, e di solito passano abbastanza tranquillamente. Quando, come dice Eva, sono spot messi lì tanto per fare di solito il film non è molto valido e non lo prendo nemmeno in considerazione. Può capitare che siano molto coinvolgenti, o che costituiscano la parte principale del film, ma in quel caso di solito si tratta di film che esplorano tematiche da adulti e non sono molto adatti a loro. Le scene più struggenti, quelle con le dissolvenze e i giochi di luce e la musica struggente di sottofondo passano senza problemi e nessuno si è mai lamentato. La parte imbarazzante comunque è per loro, che la vedono INSIEME AI COMPAGNI (la presenza dei compagni cambia parecchio l'atmosfera, ho notato, per questo tipo di scene).
In realtà esistono moltissimi film di ottima qualità e senza l'ombra di una scena non adeguata al contesto scolastico e personalmente non ho mai avuto paura di attingere al passato: anche il bianco e nero passa senza problemi se il film è fatto bene (caso classico "Il grande dittatore", ma passò liscio anche "I sette samurai" che anzi fu molto apprezzato. Beh, comunque lì le scene di sesso erano veramente l'ultimo dei problemi).
Confesso infine che Giulietta e Romeo di Zeffirelli mi ha sempre fatto venire l'orticaria (come quasi tutto Zeffirelli (anche se l'Amleto mi piacque molto), lì preferisco senz'altro la versione più moderna con De Caprio, dove il ritmo è veloce come le parole di Shakespeare.

Eva ha detto...

Eh lo so, in effetti sono tutti filmoni belli polpettosi....che ce vuoi fare so' un po' antiquata e melensa eheheheeheh
Sul "Romeo+Giulietta" di Buz Luhrmann non mi pronuncio, è un Capolavoro. Punto ;-) !
"i sette samurai" ma che idea azzeccata e "il grande Dittatore" magnifico e senza tempo!
Voglio venire anche io al Lunedì-Film!
'notte

Aliceland ha detto...

Sottoscrivo i commenti di Eva e Murasaki.
Quello che dà fastidio è la scena di sesso che non comunica niente, siamo d'accordo.
Giustissimo anche che l'imbarazzo sta nel vederlo coi compagni.

dolcezzedimamma ha detto...

E' un film che ho visto e rivedo sempre con piacere, anche se, confesso, non lo avevo mai considerato con finalità didattica...C'è sempre da imparare

Murasaki ha detto...

Ah, ma ci sono anche gli obbiettivi trasversali: ad esempio fargli un regalino che li tenga di buon umore, oppure l'educazione all'affettività. E comunque l'ambientazione medieval-leggendaria è fatta proprio bene ^__^

roceresale ha detto...

Non sono mai riuscita a vederlo per intero, però ho visto per intero il luogo in cui credo sia stato girato. Vale?

acquaforte ha detto...

Lo ho ordinato ad Amazon. Mi arriva giovedì 17, insieme a "Il monaco", "Persuasion" (in inglese con sottotitoli pure in inglese) e "Sherlock"(le prime 3 stagioni), con B.Cumberbatch e M.Freeman. Bel regalo di Natale vero?

Eva ha detto...

DAVVEROOO BELLISSSSSSSIMO regalo di Natale!!!Soprattutto per Sherlock!!!

Anonimo ha detto...

Eva ti ha parlato de I PALADINI di Battiato, ho avuto la fortuna di vederlo. E' un film straordinariamente bello secondo me, mi ha proprio stordito con l'infinita bellezza dell'ambientazione (girato in parte sull' Etna) e la venustà delle attrici tra cui una giovane e meravigliosa Zeudi Araya. I maschi poi non ne parliamo, da urlo! cmq Eva definisce le scene di sesso "delicate e pulite", io ne ricordo una sola tra Bradamante e Ruggero in un contesto infinitamente estetico (un letto di foglie rosse d'autunno) ma tanto delicata non la chiamerei, l'ho trovata fortemente erotica. De gustibus! Cmq ci sono scene stupende da quadri surrealisti, e un gruppo di "vilains" cattivissimi con armature ed elmi molto stravaganti. Secondo me questo film meriterebbe una fama maggiore, uno sfoggio di bellezza e di tecnica cinematografica. Cerca di vederlo! Albaplena.

Eva ha detto...

@Albaplena:
già....Bradamante/Barbara De Rossi e(quel giovane figo di)Ruggero/Ron Moss.....hai ragione!!! Era una scena spintarella assai, mi ricordavo male, grazie per la correzione.
Ma ti rendi conto che choc anni dopo, ritrovare Ron Moss sul set di Beautiful?
Casi della vita(d'attore) a parte il film è davvero bello, come dici tu ed anche io ne consiglio la visione.
Ciao :-D

Murasaki ha detto...

@Roceresale
Vale, vale... anche perché i paesaggi e gli edifici di questo film recitano benissimo ^__^

@acquaforte:
Ti invidio soprattutto Sherlock, penso che prima o poi lo prenderò anch'io, ne sento sempre dire meraviglie da tutti... fammi sapere che ne pensi.

@Albaplena e Eva:
OK, me lo cerco. In effetti ne ho sempre sentito dire bene. Grazie della segnalazione ^__^

Eva ha detto...

ECCOMI FUORIFUORI-TOPIC!!!
Ieri, 2 febbraio Candelora&Giorno della Marmotta, ho letto un articoletto su badtaste a proposito del film "ricomincio da capo" con Bill Murray e mi sono ricordata che mi ero dimenticata di consigliarlo...
http://www.badtaste.it/2016/02/02/dio-videogiochi-genere-puo-trovare-ricomincio-capo/159614/#comment-2493219088
Ciao