Il mio blog preferito

sabato 15 agosto 2015

Un terno per Ferragosto (post commemorativo)

La prof. Murasaki Shikibu durante un Consiglio di Classe

L'idea è venuta allo stimabile Romolo, poi è rimbalzata fino a LGO e alla 'povna: in onore del Ferragosto, il bloggaro, o bloggatore, o tenutario del blog presenta tre post a suo insindacabile giudizio significativi del suo blog.
Insomma una specie di presentazione, o di autocelebrazione.
Nel mio caso si va decisamente sull'autocelebrazione perché giusto in questi giorni ricorre il settimo compleanno del qui presente blog e, come ci spiega giustamente Silente (o almeno, io l'ho imparato da lui) sette è un numero dall'alto potere magico.
Per sette anni in questo blog dedicato alla scuola ho parlato, appunto, di scuola (cambiando anche opinione su diverse cose, perché anche le pietre cambiano, in sette anni) ma anche di Tolkien, di politica, di musica, di letteratura, di gatti e perfino di qualche occasionale film.
Scrivere qui mi è servito ad essere più chiara nell'esposizione e a riflettere su tante questioni - perché da sempre il modo migliore di chiarirmi le idee su qualcosa per me è prendere una penna o una tastiera e cercare di metterlo per iscritto in forma comprensibile. 
Scrivere questo blog mi è quindi stato di grande aiuto per capire meglio le cose e cercare di indagare il misterioso, multiforme e affascinante mondo della scuola, ma anche per dedicarmi all'autobiografia - che mi hanno di recente spiegato essere la cura per tutti i mali - riflettendo su come quel che ho letto, visto e vissuto abbia contribuito a fare di me quella che sono.
Ancora di più però mi sono stati di aiuto i commenti e le discussioni che rimbalzavano tra un blog e l'altro per correggere, modificare o rafforzare le mie opinioni su tanti e tanti argomenti. A tutti sono molto riconoscente, tranne a chi per anni si è intestardito a cercare di vendermi creme per aumentare le dimensioni del mio pene (cosa, tra l'altro, del tutto impossibile) e che finalmente hanno smesso di tormentarmi con le loro inopportune sollecitazioni grazie all'efficiente servizio antispam che Blogspot ha adottato due anni fa.

(torta virtuale da festeggiamenti)

Per la mia presentazione ho scelto tre post sulla scuola del primo anno di vita del blog:

Buon Ferragosto a tutti!

6 commenti:

Linda ha detto...

e allora buon compliblog e davvero 100 di questi giorni!

dolcezzedimamma ha detto...

Non conoscevo nessuno di questi tuoi post... e mi sembrano abbastanza rappresentativi. Mirabile il progetto e perfetta la descrizione della scelta dei libri. Manca solo una considerazione:ma la geografia si studia ancora? Dalle mie parti arrivano un po' digiuni e la mia stessa figlia conserva qualche perplessità sull'ubicazione di Treviso o Verbania...cosa x cui "ringrazio"molto la Gelmini. Perché sarà pure noioso fare le regioni...ma serve

acquaforte ha detto...

Buon anniversario! (e mi associo all'augurio di Linda .....)

la povna ha detto...

Buon compleblog! Ed effettivamente proprio un bel modo per festeggiare. E molto significativi i post, che risuoanano per me, ciascuno, per motivi vari! :-)

Murasaki ha detto...

Grazie per gli auguri ^__^
@dolcezze:
Sì, la geografia si studia ancora, ma è una materia al momento in gran ricerca di una sua identità: è una materia assai vasta e con infinite potenzialità e ognuno di la interpreta a modo suo, senza contare che l'orario si è ridotto, almeno in quelle scuole che non le hanno aggregato l'ora di Approfondimento.
A cosa serva fare le regioni d'Italia (che tra l'altro adesso fanno anche alle elementari) non l'ho mai capito, e conservo infinite perplessità su dove si trovano Treviso e Verbania, ma so che un atlante mi può soccorrere in qualsiasi momento, qualora desiderassi approfondire la questione. Sono comunque un caso limite (prima di insegnare ero convinta che il Nepal fosse in Africa, e solo un viaggio di amici con relative foto mi schiarì le idee, e non è che una delle mie lacune più celebri) - ma tieni conto che ho studiato molto prima che la Gelmini si occupasse della scuola, quindi le due cose non sono necessariamente collegate.
Considero l'Italia uno degli stati d'Europa, quindi mi basta che sappiano localizzare le città principali (e fiumi, laghi, pianure e catene montuose) sulla carta, e chiedo lo stesso per gli altri stati. Altri lavorano in modo diverso.

ellegio ha detto...

Bella la tua scelta! E auguri anche da me, sempre in ritardo :-)