Il mio blog preferito

giovedì 20 gennaio 2011

Prof, il suo gufo mi guarda male!












Quella a sinistra è la mia borsa, comprata a un mercatino rionale per 25 euro. Quella a destra è una sciccosissima borsa di Braccialini che di euro, quando è uscita, ne costava più di 900.
Ammetto di essere stata colpita senz'altro dalla prima e di aver ignorato del tutto l'esistenza della seconda - ma se anche ne fossi stata a conoscenza, una borsa da 900 euro è sempre stata decisamente al di fuori della mia portata oltre che dei miei desideri.
Ad ogni modo la scorsa primavera rimasi colpita da quel grande gufo con occhi in plastica dorata, e anche se la borsa è un po' ingombrante oltre che molto ridotta come capienza decisi di prenderla.
Passata l'estate, ai primi di Novembre la elessi come Borsa Autunnale e da allora una quantità immane di persone mi chiede se è di Braccialini (tanto che la tentazione di rispondere "Ma saranno cazzi miei?" si va facendo sempre più irresistibile). I miei scolari in verità non l'hanno chiesto: alcuni di loro amano le griffe, ma tra queste non rientra Braccialini, che lavora per un mercato decisamente adulto. Hanno però mostrato un grande entusiasmo per la borsa quando l'hanno vista mentre entravo a scuola il primo giorno che la indossavo*, palpandola variamente e facendomi un sacco di complimenti.
Molto compiaciuta ho raggiunto la Sala Professori e, come ogni mattina, ho preparato la borsa di tela cerata decorata a gatti che uso dentro la scuola. Non mi piace portarmi dietro la borsa in classe, anche e soprattutto perché la dimentico regolarmente.
Stavolta però, arrivata in Terza, sono stata severamente redarguita.
"Dov'è la borsa a gufo?"
"Ehm, in Sala Professori".
"E perché non l'ha portata in classe?"
"Ma io non porto mai la borsa in classe!"
"E invece doveva!".
Farfuglio una frase di scusa e attacco la lezione. Ma la mattina dopo, naturalmente, mi rassegno al mio destino e, imprecando contro la ria sorte, entro in classe con la borsa a gufo - e siccome nella borsa a gufo è già tanto se riesco a infilare le chiavi, il borsellino e altri due o tre oggetti di prima necessità, devo anche cammellarmi la consueta borsa di tela cerata a gatti.
Arrivo in classe e poggio la borsa sulla cattedra, in bella evidenza. Le ragazze squittiscono, i ragazzi guardano con curiosità, qualcuno si alza per palpare. Solo Distratta mi guarda male.
"Prof, perché l'ha portata in classe?"
"Ehm. Mi è stato chiesto. Non ti piace?"
"Mi fa paura. E' inquietante."
"Mi dispiace. Ma è solo per oggi, non la porterò più in classe" prometto, ben lieta di attaccarmi alla prima scusa. Che poi non è nemmeno una scusa: mica vorrete che spaventi le mie amate allieve?

Così il giorno dopo ritorno alla consueta trafila e salgo in classe con la sola borsa-da-scuola.
"Prof, oggi non ha la borsa a gufo?".
"Mi è stato chiesto di non portarla più. Vorreste gentilmente tirare fuori il libro di storia, invece di occuparvi dei miei accessori?".
Da allora, commenti e complimenti sulla borsa a gufo sono stati rigorosamente limitati al momento del mio ingresso a scuola, quando entro alla prima ora.

*ammettiamolo: per non notare quella borsa si deve essere come minimo ciechi

5 commenti:

'povna ha detto...

sai che ho anche io una borsa coi gufi (diversa nella concezione, però: la borsa è blu notte, con sopra stelle, un ramo di albero e due gufi, anzi, un gufo e una gufa).
però la reazione della scuola intera al mio trionfale ingresso è stata molto ma molto simile alla tua...

Murasaki ha detto...

...una borsa blu notte con stelle e gufi?
LA VOGLIO!!!!!

cautelosa ha detto...

Ihihih! Una reazione che mi sarebbe piaciuto vedere!

Anonimo ha detto...

Cara prof insonne sono capitato sul suo racconto che mi è sembrato così simpatico e fresco che mi sono perso in altri suoi racconti .Complimenti x lo spirito e la passione ho 4 figli e le posso assicurare x esperienza che ci vorrebbero + prof come lei.saluti Riccardo Braccialini ( si proprio quello del gufo ! )

Murasaki ha detto...

Ma tu guarda le sorprese che riserva la rete!
Benvenuto, Riccardo Braccialini, felice di conoscerla e molte grazie per gli apprezzamenti ^__^