Il mio blog preferito

giovedì 24 dicembre 2009

Non riesco ad immaginare l'aspetto della primavera in questo posto



Il terzo bosco magico è quello di Fangorn, ed è forse il più magico di tutti e il più favoloso. Come la Vecchia Foresta ha un cuore nero ma non si tratta di un vecchio salice rancoroso e filosauroniano, bensì di fitti gruppi di Ucorni animati da giusto e comprensibile rancore verso Saruman e i suoi orchetti.
Ad ogni modo i due principini hobbit, approdati lì per un misto di capriccio del caso, errori di calcolo dei loro nemici e prontezza di spirito di Pipino, ne conosceranno solo la parte buona: prima un bel sorso di acqua del'Entalluvio, risanante, nutriente e corroborante, poi un'occhiata alla foresta polverosa e un po' ingrigita, e subito Barbalbero arriva a prendersi cura di loro. Gli offrirà acque assai energetiche, un comodo giaciglio per le notti ancora fredde e gli farà conoscere un bel po' di mondo, decidendo nel contempo che è il momento di farla finita con Isengard.
Da sempre questo è il punto che preferisco in assoluto di tutto il libro: Barbalbero è un vero gentilalbero, colto, cortese e ospitale, ma soprattutto capace di comunicare anche con entità assai diverse da lui. Da questo capitolo si impara a conoscere il mondo con occhi d'albero e ci si rende conto di quanto il punto di vista animale e vegetale possano differire.
Mi hanno sempre spiegato che Tolkien era cattolico (molto, molto cattolico) - e la religione cattolica è antropocentrica come tutte le religioni rivelate. Pure, davanti all'infinità di alberi e rocce parlanti e senzienti che popolano la Terra di Mezzo, mi sono spesso domandata se non fosse in realtà assai più pagano di quel che lui stesso credeva...

3 commenti:

Agati ha detto...

Forse, era cristianamente pagano. O paganamente cristiano. O... buon anno e buona vita. Il tuo, è sempre un incantevole posto!

il grigio ha detto...

Condivido il tuo parere sulla foresta e Barbalbero. Per natale mi hanno regalato la raccolta delle lettere di Tolkien e l'idea è che il suo cristianesimo fosse molto particolare e critico. Buon anno.

Murasaki ha detto...

Sì, forse era cristianamente pagano. Di sicuro sembra molto consapevole dell'anima mundi.

Auguri a voi (ma anche ai vostri alberi, tavolini, biciclette etc. Possa il loro 2010 essere luminoso e pieno di bellezza) ^__^